L'articolo ha puramente scopo informativo e non sarà più aggiornato da Seagate.

Serial Attached SCSI domande frequenti

Si è sentito parlare di Serial Attached SCSI e si desidera saperne di più? Di seguito sono riportate le risposte alle domande più frequenti relative a questa innovativa tecnologia di memorizzazione classe Enterprise.

1. Qual è la differenza tra il formato Serial Attached SCSI e SCSI parallelo?

Serial Attached SCSI (SAS) rappresenta il passaggio evolutivo successivo della tecnologia SCSI parallela, che è stata utilizzata per lo sviluppo di sistemi di memorizzazione classe Enterprise per oltre un ventennio. SAS vanta la stessa affidabilità totale della tecnologia parallela precedente, ma risulta significativamente migliore in termini di prestazioni, scalabilità e compatibilità.

Torna a inizio pagina

2. Le interfacce parallele sono veramente più veloci di quelle seriali?

In passato venivano utilizzate interfacce parallele perché la presenza di più percorsi dei dati offriva un velocità di throughput superiore rispetto al singolo percorso dei dati delle interfacce seriali. I recenti sviluppi della tecnologia VLSI hanno però consentito di migliorare in modo significativo le velocità di trasferimento seriali, grazie anche all'assenza dei complessi problemi di temporizzazione che rallentano lo sviluppo delle interfacce parallele. Rispetto al formato SCSI parallelo, l'interfaccia Serial Attached SCSI offre una velocità di throughput superiore e una maggiore espandibilità.

Torna a inizio pagina

3. Il formato SCSI parallelo è da considerarsi obsoleto?

Non necessariamente. Il formato SCSI parallelo ha ricoperto per molto tempo un ruolo chiave nei sistemi di memorizzazione dei dati classe Enterprise e continuerà ad essere utilizzato anche in futuro. Nonostante ciò, l'interfaccia Serial Attached SCSI offre vantaggi di gran lunga superiori, poiché garantisce la stessa affidabilità e solidità della tecnologia SCSI parallela precedente, ma offre livelli decisamente superiori in termini di velocità, scalabilità e flessibilità.

Torna a inizio pagina

4. La migrazione da SCSI parallelo a SAS sarà difficoltosa?

La semplicità di migrazione è stato uno degli obiettivi principali di Seagate e degli altri enti che hanno collaborato alla definizione degli standard di Serial Attached SCSI. La tecnologia SAS è stata specificatamente progettata per sfruttare i set di comandi SCSI esistenti, al fine di consentire l'utilizzo dei programmi di gestione della memorizzazione e delle applicazioni classe Enterprise esistenti. A differenza delle soluzioni ATA, le unità disco SAS possono essere implementate senza modificare la configurazione del sistema.

Torna a inizio pagina

5. Qual è la differenza tra Serial Attached SCSI e Serial ATA?

Serial Attached SCSI è una soluzione classe Enterprise che offre le prestazioni, l'affidabilità e la scalabilità richieste dalle applicazioni critiche. Serial ATA è principalmente una soluzione di classe desktop adatta per ambienti caratterizzati da carichi di lavoro leggeri e budget limitati.

Torna a inizio pagina

6. SAS e Serial ATA sono compatibili?

Sì, la compatibilità con Serial ATA è proprio una delle caratteristiche principali di Serial Attached SCSI. Poiché le schede madre e gli host bus adapter (HBA) SAS sono completamente compatibili con Serial ATA, è possibile collegare entrambi i tipi di unità alla stessa scheda madre, con conseguente riduzione dei costi di infrastruttura. Gli chassis SAS offrono un'incredibile flessibilità per le aziende in crescita che possono così utilizzare unità Serial ATA se le richieste di memorizzazione sono moderate e aggiungere successivamente unità SAS qualora le esigenze lo richiedano. In questo modo è possibile scegliere con la massima flessibilità l'unità più adatta alle applicazioni: SAS per fare fronte ai livelli di prestazioni e affidabilità richiesti da applicazioni online e transazionali, Serial ATA per soluzioni di memorizzazione nearline e operazioni di backup/ripristino.

Torna a inizio pagina

7. Che cos'è un expander Serial Attached SCSI?

Gli expander sono alla base dell'incredibile scalabilità offerta da Serial Attached SCSI. Ciascuno di questi switch economici permette di effettuare fino a 128 connessioni point-to-point su un singolo HBA/chassis, consentendo di collegare fino a 16.348 dispositivi SAS senza compromettere le prestazioni e l'affidabilità del sistema. Il formato SCSI parallelo impone invece un limite di 15 dispositivi per catena SCSI e serie limitazioni sulla lunghezza totale dei cavi.

Torna a inizio pagina

8. Serial Attached SCSI sarà disponibile nel nuovo formato di unità da 2,5" classe Enterprise?

Certamente. I cavi e i connettori compatti di Serial Attached SCSI sono ideali per questi dispositivi dal formato ridotto. Oltre ad occupare meno spazio e offrire una maggiore efficienza energetica e circolazione dell'aria, le unità SAS da 2,5" consentono di consolidare l'hardware per la memorizzazione/server in configurazioni più compatte grazie a una maggiore densità di unità e ottenere in tal modo valori IOPS/U maggiori, un costo totale di proprietà inferiore e un migliore raffreddamento della CPU del server.

Torna a inizio pagina

9. SAS sostituisce Fibre Channel?

Decisamente no. Serial Attached SCSI e Fibre Channel sono due soluzioni avanzate classe Enterprise con attributi specifici che ne determinano l'idoneità per determinate applicazioni. SAS offre prestazioni e scalabilità eccezionali a livello locale. Fibre Channel è invece particolarmente adatto per grandi aziende, ad esempio ambienti Storage Area Network (SAN), poiché supporta fino a 16 milioni di indirizzi e una lunghezza massima dei cavi pari a dieci chilometri.

Torna a inizio pagina

10. Quando saranno disponibili unità Serial Attached SCSI?

Serial Attached SCSI è disponibile da subito. Seagate ha iniziato a produrre unità Serial Attached SCSI a metà del 2003 e introdotto sul mercato soluzioni SAS a partire dall'inizio dell'autunno 2004.

Torna a inizio pagina