L'articolo ha puramente scopo informativo e non sarà più aggiornato da Seagate.

Rilevamento delle dimensioni del buffer e della cache nelle unità disco rigido ATA

Le unità disco ATA sono definite da una specifica tecnica scritta da un consorzio del settore chiamato comitato T13. Le specifiche sono utilizzate dal settore informatico per garantire la compatibilità tra produttori di unità, di sistemi, di chipset, di adattatori host, di sistemi operativi, programmatori di software e altri. Esistono specifiche e gruppi simili per SATA, SCSI, USB e 1394.
La specifica corrente si chiama ATA-8. La prima specifica, ATA-1 (1991), definiva i primi comandi (basati sull'interfaccia ESDI), che comprendevano il comando Identifica dispositivo. Il comando Identifica dispositivo (ECh) nelle specifiche ATA restituisce 512 byte di informazioni binarie su un'unità disco. Tali informazioni comprendono il numero di modello, il numero di serie e la capacità. Comprendono inoltre funzionalità quali il supporto della diagnostica o la possibilità di funzionare a determinate velocità. Quando un computer viene avviato, ad esempio, emette il comando Identifica dispositivo per rilevare automaticamente la dimensione dell'unità.
L'elemento Word 21 della risposta a Identifica dispositivo di ATA-1 (1991) è stato definito nel modo seguente:
"Dimensione buffer in incrementi di 512 byte (0000h=not specified) "
L'elemento Word 21 della risposta ATA-3 (1997) è stato modificato in "Obsolete".
L'elemento Word 21 della risposta ATA-8 (2006) è attualmente definito come "Retired".
Benché non sia necessario, anche con la modifica della specifica ATA-3, molti produttori di unità continuano a utilizzare l'elemento Word 21 per indicare la dimensione del buffer. Nel corso degli anni sono stati scritti molti strumenti diagnostici e utilità di benchmark per le unità disco rigido che si aspettano i dati nell'elemento Word 21. Ad esempio, se l'elemento Word 21 mostra 8000h, ciò equivale a una dimensione della cache di 16 MB (8000h = 32.768 x 512 = 16.777.216 byte).
Seagate non offre software diagnostici che mostrano la dimensione del buffer dell'unità. Le specifiche, compresa la dimensione del buffer, per tutti i modelli di unità Seagate sono disponibili in questo sito Web tramite lo strumento di ricerca nella pagina del supporto.
La maggior parte dei numeri di modello dà un'indicazione della dimensione del buffer. Per ulteriori informazioni, vedere Come interpretare i numeri di modello Seagate.

Perché la dimensione indicata della cache è 0 MB?
Se il software di benchmark o diagnostico dell'unità identifica la dimensione del buffer come di 0 MB, l'unità potrebbe in realtà avere 32 MB di cache.  Per ottenere una conferma, consultare le specifiche pubblicate dell'unità (vedere qui la nostra Raccolta documenti). Il valore massimo che può essere memorizzato nell'elemento Word 21 è FFFFh. Un'unità disco moderna con 32 MB di buffer avrebbe bisogno di un altro byte per rappresentare la dimensione del buffer: 10000h. I primi due byte di 10000h (Word 21) sono 0000h o zero.
È importante comprendere che qualsiasi valore o informazione recuperata dal comando Identifica dispositivo sono semplici dati forniti dal produttore. In altre parole, quando indica un buffer di 8 MB, sta solo leggendo i dati forniti dal progettista dell'unità. Non si tratta di un rilevamento automatico del chip di memoria effettivo. Quando un'unità indica 0 MB, non è un rilevamento automatico della dimensione, ma è semplicemente la lettura dei dati memorizzati nell'elemento Word 21.
Quindi, finché non verrà adottata una nuova specifica ATA dal comitato T13 per supportare la visualizzazione di dimensioni di cache superiori a FFFFh, la dimensione del buffer per ora è solo una specifica pubblicata.
Se si cercano le specifiche di una particolare unità disco rigido, vedere qui per informazioni sull'uso dello strumento Ricerca prodotti del nostro sito Web, che indirizza l'utente a pagine di prodotto con informazioni e collegamenti a manuali e specifiche tecniche di prodotto.