Il BIOS non rileva l'unità disco rigido ATA / SATA.

Il BIOS non rileva l'unità disco rigido ATA / SATA.





Il BIOS non rileva l'unità disco rigido ATA / SATA.

Il mancato rilevamento di un'unità disco rigido interna da parte del BIOS di sistema può essere determinato da cinque problemi:

  1. Cavo dati difettoso 
  2. Unità non alimentata (non gira) 
  3. Impostazione errata dei jumper sull'unità 
  4. Capacità del disco rigido non supportata dal BIOS 
  5. Unità disco rigido guasta

Le sezioni 1, 2, 3 e 5 si riferiscono a PC o a sistemi Macintosh. La sezione 4 si riferisce solo ai PC.

se il sistema si blocca durante il conteggio della memoria o durante il rilevamento automatico quando si installa il disco rigido, fare clic qui.


Dopo avere verificato che la vostra porta ATA o SATA è impostata ad Auto-Detect o è abilitata, e se l'unità disco rigido non viene rilevata (automaticamente) dal BIOS di sistema, le procedure indicate di seguito possono essere utili per identificare/risolvere il problema.

  • Cavo dati difettoso
    Il BIOS non è in grado di rilevare un disco rigido se il cavo dati è danneggiato o se il collegamento non è corretto. Il modo più facile, per verificare che il cavo è il problema, è sostituirlo con un altro cavo. Se il problema persiste, allora il cavo non era la causa del problema. Per unità ATA, Seagate è consigliabile utilizzare un cavo UDMA lungo al massimo 45 cm. I cavi UDMA dispongono di connessioni con codifica a colori che devono essere orientate correttamente durante il collegamento. Il connettore blu è sempre dedicato alla connessione con la scheda madre. Il connettore grigio centrale viene utilizzato per i dispositivi Slave sul cavo. Il connettore nero viene utilizzato per il collegamento di dispositivi Master. Controllare sempre che la scheda madre e le connessioni del disco rigido non presentino pin piegati o non allineati. Se i cavi dati vengono piegati, strozzati, schiacciati o corrugati, possono verificarsi rotture dei conduttori all'interno dell'isolamento, che non risultano visibili esternamente. In caso di dubbi sulla condizione di un cavo dati, sostituirlo.
Image

Immagine di un cavo dati Ultra ATA.

Per cavi SATA, Seagate raccomanda di utilizzare cavi più lunghi dei 12 pollici, ma più corti di 39.37 pollici (1 metro). Per ulteriori informazioni, consultare l’articolo con Risposta ID: 182453 (in inglese).

  • Unità non alimentata (non gira)
    Se l'unità non è alimentata o riceve un livello di alimentazione inadeguato (12 v), non si avvia. Per stabilire se è questo problema a causare il mancato rilevamento dell'unità disco rigido da parte del BIOS, attenersi alla seguente procedura:
    1. Con il sistema spento, aprire il case del computer e rimuovere il cavo dati dall'unità disco rigido. In questo modo viene interrotto l'invio di qualsiasi comando di "risparmio energia".
    2. Accendere il sistema. Verificare se il disco rigido gira. Toccando il lato dell'unità si dovrebbe avvertire una leggera vibrazione. Se non si sente girare il disco rigido, è necessario scoprire se l'unità è alimentata.
    3. In alcuni casi occorre rimuovere l'unità dal case e tenerla fisicamente in mano. A causa della vibrazione e del notevole rumore prodotto dalle ventole del sistema, è molto difficile sentire il disco girare quando è montato.
    4. Se si rimuove l'unità, è importante utilizzare una piattina di massa. Non alimentare l'unità a caldo. Tenerla in mano, collegare il cavo di alimentazione, quindi accendere il sistema.

Se l'unità non gira, visitare la Assistenza per garanzia e restituzioni.

  • Impostazione errata dei jumper sull'unità
    È consigliato che tutti i dischi rigidi ATA Seagate che supportano l'opzione Cable Select per i jumper devono essere configurati come Cable Select. Nei computer prodotti prima dell'ottobre 1998 e che non supportano UDMA 66 o versioni successive, è necessario utilizzare le impostazioni Master/Slave.

    Quando si utilizzano le impostazioni Cable Select dei jumper, tutti i dispositivi collegati al cavo UDMA devono anch'essi utilizzare l'impostazione Cable Select. Quando sono utilizzate le impostazioni dei jumper Cable Select, il rilevamento dei dispositivi master/slave dipende dal cavo. Il connettore nero rileva sempre la periferica come Master, mentre il connettore grigio la rileva sempre come Slave. Per ulteriori informazioni, consultare la Risposta con ID: 196299.

    Se avete una unità 3.0 Gbit/sec SATA che non viene rilevata dalla vostra unità di controllo di 1.5 Gbit/sec SATA o il vostro sistema va in stallo quando collegate l’unità a una unità di controllo di 1.5 Gbit/sec SATA, dove passare (usando i jumper) da una velocità di 3.0 Gbit/sec a una velocità più lenta di 1.5 Gbit/sec /sec affinche che il sistema riconosca correttamente l’unità disco. Per ulteriori informazioni sulla modifica dell'impostazione del jumper (cavallotto) rallentare la velocità di trasferimento della vostra unità SATA, fare riferimento allla Risposta con ID: 193775 (in inglese). 
  • Capacità del disco rigido non supportata dal BIOS
    : Questa procedura si riferisce solo unità ATA, dato che le unità di controllo SATA non hanno nesun problema di rilevare unità di disco SATA con capacità più grade. 

    : La seguente procedura può permettere a sistemi più vecchi di accedere a unità interne di capacità più grande, tuttavia essi saranno a una capacità ridotta. Per permettere all'hardware del vostro sistema di riconoscere la capacità completa dell'unità rigida, si raccomanda di aggiornate il BIOS del vostro sistema, o acquistate una scheda unità di controllo PCI ATA.

    Per risolvere questi problemi, attenersi alla seguente procedura:
    1. Riavviare il sistema ed entrare nel BIOS per impostare manualmente i parametri dell'unità. Per entrare nel BIOS generalmente occorre premere F1, F2 o CANC subito dopo l'accensione del sistema. Il tasto corretto da utilizzare è indicato in un messaggio visualizzato in questa prima fase dell'avvio.
    2. Modificare i parametri del BIOS relativi all'unità passando da Auto-Detect a None oppure Off.
    3. Salvare le impostazioni, uscire dal programma di configurazione e spegnere il sistema.
    4. Salvare le impostazioni del BIOS e chiudere.
    5. 5. Ricollegare i cavi di alimentazione e ATA, accendere il sistema ed eseguire l'avvio di SeaTools per DOS CD o dal floppy di MaxBlast.
    6. Quando il sistema eseguirà l'avvio caricando il programma SeaTools, premete “C” e quindi “Set Drive Size” (Imposta dimensioni unità).
    7. Se non conoscete la capacità massima dell'unità il BIOS del sistema può gestirla, premete S per impostare il massimo a 32GB, che è un limite comune su sistemi più vecchi. Se conoscete la capacità massima, potete premere M per fissare il limite manualmente.
    8. Una volta che avete modificato la capacità dell'unità e SeaTools per DOS la accetta, spegnete completamente il vostro sistema per cancellare qualsiasi informazione memorizzata nella cache. Se semplicemente riavvate senza spegnere completamente il computer, le modifiche di dimensione di unità possono essere perse. 
    9. Una volta riacceso il Pc, entrare nel BIOS di sistema e reimpostare i parametri delle unità su Auto-Detect.
    10. Salvare le impostazioni, uscire dal programma di configurazione, riavviare il sistema operativo dal dico di installazione ed eseguire la procedura di installazione normale.

      Impostazioni alternative: i passaggi 1 e 2 della procedura riportata sopra non funzionano su alcuni BIOS. In questi casi, il sistema continua a bloccarsi in fase di avvio oppure SeaTools per DOS non è in grado di rilevare l'unità dopo che il BIOS è stato impostato su None.
    11. Provare a impostare i parametri del BIOS su un tipo definito dall'utente con 1.024 cilindri, 16 testine e 63 settori.
    12. Impostare LBA su Normal, Standard o Disabled. Le opzioni Write Pre Comp (WpCom) e Landing Zone (LZ) possono essere impostate su zero.
    13. Salvare le impostazioni, uscire dal programma di configurazione e spegnere il sistema.
    14. Ricollegare i cavi di alimentazione e ATA, riavviare il sistema operativo dal dico di installazione ed eseguire la procedura di installazione normale.

Se SeaTools per DOS non rileva l'unità e sono state seguite le procedure per la risoluzione dei problemi indicate sopra, rivolgersi al produttore della scheda madre per ottenere un aggiornamento del BIOS oppure acquistare una scheda Ultra ATA PCI. Presso il negozio online di Maxtor all'indirizzo è disponibile una linea completa di schede Ultra ATA PCI che forniscono supporto per le unità con capacità elevata.

  • Unità disco rigido guasta
    Se sono state eseguite tutte le verifiche e le procedure indicate in precedenza e continuano a verificarsi problemi durante l'installazione dell'unità o del sistema operativo, si consiglia di eseguire l'utilità di diagnostica SeaTools per DOS per stabilire se l'unità è difettosa. Se SeaTools per DOS restituisce un codice di errore, consultare la Assistenza per garanzia e restituzioni.

 





Subscribe

Language


Was this article helpful?


We appreciate any feedback.



Loading...