Sistema operativo NAS 4 di Seagate - Come configurare e connettersi a una destinazione iSCSI

iSCSI è l'acronimo di "Internet Small Computer Systems Interface" (Piccola interfaccia Internet per computer). iSCSI è un'estensione dell'interfaccia di memorizzazione SCSI standard che consente di inviare comandi SCSI su una rete basata su IP e consente ai computer di accedere alle destinazioni iSCSI mediante una rete come se si accedesse a un'unità collegata direttamente a un computer.

Per la connessione a una destinazione iSCSI da un PC con Windows 7, 8 o altro sistema operativo Windows viene utilizzato l'iniziatore iSCSI di Microsoft. L'iniziatore iSCSI può stabilire la connessione a una destinazione iSCSI in base al nome host o all'indirizzo IP del sistema NAS di Seagate. Se si sceglie di stabilire la connessione in base all'indirizzo IP, si consiglia di configurare prima il sistema NAS con un indirizzo IP statico/manuale.
Accedere alla sezione Network (Rete) della pagina amministrativa del sistema NAS per impostare l'indirizzo IP statico.

Accedere alla pagina dell'amministratore del sistema NAS di Seagate avviando Seagate Network Assistant e facendo clic sul pulsante Web access to the NAS OS Dashboard (Accesso Web al dashboard del sistema operativo NAS) o digitando l'indirizzo IP o il nome host del dispositivo nella barra dell'indirizzo del browser Web.

Il protocollo iSCSI è disponibile con i prodotti dotati del sistema operativo NAS 4.0, ma sono presenti alcune restrizioni:

  • È possibile associare un LUN a una sola destinazione.
  • È disponibile solo la modalità con LUN basato su file, creato su un volume.
  • La modalità LUN basata su blocchi non è supportata.


Un file LUN deve essere sempre associato a una destinazione e quindi occorre creare prima una destinazione affinché venga creato un file LUN.  I file LUN non possono esistere senza una destinazione.

Creazione della destinazione iSCSI

  1. Accedere alla pagina di benvenuto del sistema NAS come admin o utente con privilegi di amministratore.
  2. Nella pagina iniziale fare clic sull'icona Device Manager (Gestione periferiche).

    User-added image
  3. Nell'elenco di opzioni a sinistra fare clic su Volume sotto Storage (Memorizzazione).
  4. Fare clic sul pulsante Add iSCSI (Aggiungi iSCSI) sotto Associated iSCSI targets (Destinazioni iSCSI associate).
  5. Selezionare Create new (Crea nuova) e fare clic su Next (Avanti).

    User-added image
  6. Impostare la capacità e i parametri avanzati (opzionale), quindi fare clic su Next (Avanti).
    La capacità della destinazione iSCSI è limitata a 8 TB in totale o allo spazio libero disponibile sul sistema NAS.

    User-added image
    Note sui parametri avanzati iSCSI opzionali:

    Header Digest (Riepilogo intestazione) - Aumenta l'integrità dei dati. Garantisce la validità dell'intestazione dell'unità dati del protocollo.

    Data Digests (Riepiloghi dati) - Aumenta l'integrità dei dati. Convalida la porzione dei dati dell'unità dati del protocollo.

    Multiple Sessions (Più sessioni) - Consente più connessioni a una destinazione iSCSI. Per evitare danni o perdite di dati, accertarsi di utilizzare un ambiente cluster.

    CHAP (Challenge Handshake Authentication Protocol, protocollo di reciproca autenticazione) - Consente l'autenticazione CHAP monodirezionale o mutua con la destinazione e l'iniziatore iSCSI di Microsoft.

    Authorized IQN (IQN autorizzato) - IQN è l'acronimo di iSCSI Qualified Name (nome iSCSI qualificato). L'IQN identifica un particolare elemento iSCSI, indipendentemente dalla posizione fisica. L'IQN è disponibile nell'iniziatore iSCSI del sistema operativo Windows che utilizzerà la destinazione iSCSI.
    Se come IQN autorizzato si assegna un IQN da una workstation o da un server Windows, solo tale sistema potrà connettersi alla destinazione iSCSI.
  7. Fare clic su Finish (Fine) per confermare le selezioni.

    Una volta creata, la destinazione iSCSI apparirà come disconnessa. È disponibile un menu a discesa Edit (Modifica) per eliminare la destinazione iSCSI, modificare le opzioni o eseguire l'esportazione.

    User-added image
    Le opzioni consentono di modificare il nome, l'IQN e la descrizione, attivare o disattivare più sessioni e CHAP e aggiungere o rimuovere IQN autorizzati.

    L'opzione Export esporta la destinazione iSCSI come backup.

    Delete (Elimina) rimuove la destinazione iSCSI.

Connessione alla destinazione iSCSI

  1. Spostarsi su una workstation Windows sulla rete locale che verrà connessa alla nuova destinazione iSCSI. Aprire il Pannello di controllo, selezionare Strumenti di amministrazione e aprire l'iniziatore iSCSI.

    In questo esempio viene utilizzato l'iniziatore iSCSI di una workstation Windows 8 per connettersi a una destinazione iSCSI in base al nome dell'host del sistema NAS.
  2. Immettere il nome dell'host del sistema NAS nel campo Target (Destinazione) e fare clic su Quick Connect… (Connessione rapida).
  3. Verrà aperta la finestra Quick Connect (Connessione rapida) e visualizzato lo stato Connected (Connesso).
  4. Fare clic su Done (Fatto) e OK per uscire dall'iniziatore.
  5. Windows potrebbe richiedere di formattare il disco nell'unità. Fare clic su Format disk (Formatta disco).

    User-added image

    Notare che quando si stabilisce una connessione alla destinazione iSCSI per la prima volta, per impostazione predefinita verrà creata una partizione GPT che dovrà essere formattata.

    È possibile utilizzare Windows Diskpart per pulire l'unità iSCSI. Se necessario, sarà possibile inizializzarla nuovamente in Gestione disco con formato MBR.

    L'unità iSCSI è quindi pronta ad essere utilizzata.

Uso dell'opzione di esportazione del file LUN

Questa opzione consente agli utenti amministratori di esportare il contenuto di un file LUN associato a una destinazione specifica.

Se viene creata una destinazione iSCSI da 8 TB che contiene, ad esempio solo 25 GB di dati, verrà esportato l'intero file LUN da 8 TB, richiedendo molto tempo.

  1. Nella pagina NAS Device Manager (Gestore dispositivo NAS), sotto Storage and Volume (Memorizzazione e volume), fare clic sul pulsante Edit (Modifica) accanto alla destinazione iSCSI e quindi su Export (Esporta) nel menu a discesa.

     User-added image
    Verrà aperta una finestra contenente un elenco delle condivisioni sul sistema NAS, inclusi eventuali unità USB collegate.
  2. Individuare il percorso dove memorizzare il file LUN e fare clic su Save (Salva).  Nella schermata è selezionata la cartella Public ed è stata creata una cartella Export (Esportazione) da utilizzare per l'esportazione del file LUN.

    User-added image
  3. Un messaggio avviserà che la destinazione iSCSI sarà disponibile solo in modalità di lettura fino al termine dell'operazione. Fare clic su Continue (Continua).

    Per la destinazione iSCSI verrà visualizzato un indicatore di avanzamento.  Una volta completata l'esportazione, sarà possibile reimportare il file se necessario. 

Uso dell'opzione di importazione del file LUN

Questa opzione consente agli utenti amministratori di importare file LUN precedentemente esportati.

  1. Sotto Associated iSCSI targets (Destinazioni iSCSI associate) fare clic sul pulsante Add iSCSI (Aggiungi iSCSI).
  2. Selezionare Import LUN (Importa LUN) e fare clic su Next (Avanti).

    User-added image
  3. Selezionare un file LUN iSCSI e fare clic su Next (Avanti).

    User-added image
  4. Immettere una descrizione e impostare i parametri avanzati (opzionale), quindi fare clic su Next (Avanti).
  5. Fare clic su Finish (Fine) per confermare le selezioni.

    La destinazione iSCSI/file LUN verrà importato.  L'operazione richiede molto tempo.
    Al termine dell'importazione del file LUN, la relativa destinazione sarà disponibile per la connessione ad altre workstation.

Uso dell'opzione di clonazione del file LUN

Questa opzione consente agli utenti amministratori di clonare il contenuto di un file LUN attualmente associato a una destinazione.

  1. Sotto Associated iSCSI targets (Destinazioni iSCSI associate) fare clic sul pulsante Add iSCSI (Aggiungi iSCSI).
  2. Selezionare l'opzione Clone LUN (Clona LUN) e fare clic su Next (Avanti).
  3. Selezionare un file LUN iSCSI da copiare e fare clic su Next (Avanti).

    User-added image
  4. Immettere una descrizione e impostare i parametri avanzati (opzionale), quindi fare clic su Next (Avanti).
  5. Un messaggio avviserà che la destinazione iSCSI sarà disponibile solo in modalità di lettura fino al termine dell'operazione. Fare clic su Continue (Continua).

    Per la destinazione iSCSI verrà visualizzato un indicatore di avanzamento. 

    Informazioni sull'iniziatore iSCSI di Microsoft sono disponibili sul sito Web:
    www.microsoft.com




Si prega di valutare l'utilità di questo articolo